E’ in atto l’inchiesta per il caso Aragones15 dicembre 2004

La federazione calcio spagnola ha finalmente avviato un procedimento disciplinare contro l’allenatore della nazionale Luis Aragones. Già nell’ottobre 2004, durante un allenamento Aragones ha fatto commenti razzisti nei confronti di Thierry Henry in presenza di Jose Antonio Reyes. Purtroppo per Aragones, tali commenti sono stati registrati da una squadra televisiva e mandati in onda. Aragones ha finora negato tassativamente che le sue osservazioni siano state di natura razzista e non si è scusato con Henry. La federazione inizialmente non ha preso posizione contro Aragones.

Come reazione ai commenti, in occasione del riscaldamento che ha preceduto la partita amichevole contro la Spagna a Madrid, i giocatori della nazionale inglese hanno indossato maglie del FARE-partner Kick It Out. La partita è stata accompagnata da invettive razziste da parte degli spettatori spagnoli che hanno suscitato proteste in tutto il mondo. Poiché i media internazionali si occupano dello spinoso problema del razzismo nel calcio spagnolo, ora la federazione si vede costretta ad agire. Se Aragones verrà ritenuto colpevole, lo attende una forte sanzione pecuniaria o addirittura la perdita del suo incarico.