La Coppa dei Campioni si unisce alla Settimana d’azione FARE19 ottobre 2004

La Coppa dei Campioni UEFA partecipa intensamente alla Settimana d’azione FARE con azioni simboliche contro il razzismo in tutti e 16 gli incontri del torneo.

La UEFA, l’organo di controllo del calcio europeo, offre la tribuna delle sue partite ai massimi livelli per diffondere un potente messaggio contro il razzismo. In occasione degli incontri di Coppa dei Campioni giocati nel corso della Settimana d’azione, ogni squadra sarà accompagnata sul campo da bambini con indosso magliette recanti lo slogan “Unite Against Racism”, e prima del fischio d’inizio d’ogni partita saranno fatti annunci speciali nello stadio.

Tra le partite interessate dalle azioni contro il razzismo vi sono: Juventus – FC Bayern München, Fenerbahce – Olympique Lyon (entrambe il 19.10.), nonché Panathinaikos FC – Arsenal, AC Milan – FC Barcelona e Valencia CF – Inter (tutte il 20.10.).

Nell’annuncio UEFA si fa appello a tutti i tifosi, i calciatori, i direttori e gli staff dei club locali affinché “combattano il razzismo in tutte le sue forme, e rendano gli stadi di calcio in tutta Europa un luogo invitante per tutti i tifosi indipendentemente dal colore della loro pelle, dalle loro origini etniche o dalla loro cultura”.

FARE confida nell’efficacia di azioni ad alto profilo per comunicare la filosofia della Settimana d’azione all’intera famiglia europea del calcio, inclusi i paesi e le squadre dove il comportamento e le molestie razziste costituiscono ancora un serio problema per il calcio e per la società nel senso più ampio del termine.

La UEFA rinnova il suo sostegno alla lotta contro il razzismo

Fino al 26 ottobre, la rete FARE coordinerà le iniziative e gli eventi di tifoserie, club di calcio e gruppi di minoranze etniche in 33 paesi europei. La UEFA non solo supporta la Settimana d’azione con consistenti mezzi finanziari, ma offre anche il suo pieno sostegno. Il segretario generale Lars-Christer Olsson ha dichiarato poco tempo fa:

“La UEFA si è assunta il sincero impegno di combattere il razzismo nel mondo del calcio. Abbiamo visto quali danni possono essere causati dal pregiudizio e dall’esclusione, e non intendiamo starcene seduti ad attendere che questa piaga si diffonda ulteriormente.

“Crediamo di aver individuato nella nostra collaborazione con FARE il meccanismo giusto per educare i tifosi, gli amministratori e i calciatori ad ogni livello di gioco.”

“Questo ottobre siamo nuovamente lieti di dare il nostro sostegno alla Settimana d’azione e di incoraggiare tutti i membri della famiglia del calcio ad unirsi alle attività e a prendere posizione contro il razzismo.”

Dopo la partita interrotta si attiverà il PSV Eindhoven

La partita del campionato olandese interrotta tra ADO e The Hague PSV Eindhoven ha evidenziato ancora una volta quanto continuino ad essere fondamentali gli sforzi per eliminare la discriminazione nel calcio. Dopo i pesanti canti di matrice antisemitica contro l’arbitro olandese, le autorità locali hanno deciso di interrompere la partita a dieci minuti dalla fine regolare.

Il PSV Eindhoven parteciperà alla Settimana d’azione FARE in occasione del suo incontro contro l’Ajax Amsterdam di domenica. Quando le squadre si presenteranno in campo, i bambini alzeranno uno striscione con la scritta “PSV contro il razzismo” e la Settimana d’azione FARE sarà pubblicizzata nel programma di gioco e sugli schermi giganti.

Per una lista completa delle attività della Settimana d’azione FARE in tutta Europa, consultate http://www.vidc.org/fairplay/download/5th_FARE_AW_list_of_activities.pdf