Al via la Settimana d’Azione Europea contro il Razzismo nel Calcio16 ottobre 2008

I prossimi 13 giorni vedranno il calcio europeo unito nella lotta contro il razzismo e la discriminazione, con il lancio della Settimana d’Azione Europea FARE (Calcio contro il Razzismo in Europa).

L’iniziativa, coordinata dalla rete europea e sostenuta dalla UEFA includerà quasi mille attività ad opera di attivisti, tifosi, club, associazioni nazionali e gruppi di minoranze etniche in tutta Europa. La 9° edizione della Settimana d’Azione FARE si svolgerà dal 16 al 28 ottobre e vedrà un numero senza precedenti di paesi coinvolti, 40, nell’impegno congiunto di bandire dal calcio il razzismo e la discriminazione.

Leghe e club celebrano la diversità
Questa stagione 14 leghe calcistiche nazionali professionali in tutta Europa – dalla Bundesliga tedesca alla Premier League inglese alla Super League in Grecia e Ucraina – stanno utilizzando il potere del calcio per inviare un messaggio a milioni di persone coinvolte. Inoltre, una selezione di club professionisti come PSV Eindhoven, Slovan Liberec o Young Boys Berne si unirà ai propri sostenitori per celebrare il contributo delle minoranze etniche nel calcio. Un esempio è rappresentato dall’incontro del Paris Saint Germain sabato, che lo vedrà unito al partner francese di FARE, LICRA, per una giornata contro il razzismo durante la partita Ligue 1 contro il Lorient.

Il razzismo non è scomparso
Il recente episodio dell’Atletico Madrid dimostra che il razzismo apertamente espresso e le agitazioni delle frange di estrema destra sono ancora presenti in alcuni stadi. La decisa azione disciplinare della UEFA contribuisce a far fronte al razzismo proprio mentre hanno inizio oggi le settimane di azione annuali. Le sanzioni sono le più grandi mai imposte su qualsiasi ente calcistico per motivi di razzismo. Oltre alle sanzioni, FARE ha chiesto un nuovo impegno nell’affrontare ogni forma di discriminazione.

Kurt Wachter del partner austriaco di FARE, FairPlay. Colori Diversi. Uno sport. ha affermato,
Le sanzioni sono un campanello d’allarme per i club e le associazioni che non fanno nulla per fronteggiare il cuore del problema del razzismo. L’approccio di FARE è sempre stato quello di sensibilizzare ed educare. È necessario costruire una collaborazione con quelle tifoserie e minoranze che si impegnano contro il razzismo ogni giorno. La Settimana d’Azione è un’opportunità unica per individuare questi gruppi che sono spesso ai margini del calcio.

Affrontare l’omofobia: l’ultimo tabù
Quest’anno la rete FARE sostiene un numero crescente di iniziative e gruppi di tifosi che si occupano di omofobia, considerato come l’ultimo tabù nel calcio. Il FC Barcelona Gay and Lesbian Fanclub Penya Blaugrana de Gais i Lesbianes e la loro controparte svizzera per il FC Basel, Querpass Basel, organizzeranno attività in occasione degli incontri di Champions League delle due squadre. Durante la Settimana d’Azione, la Federazione Gay e Lesbiche di Flanders Holebifederatie lancerà una campagna di sensibilizzazione contro l’omofobia negli sport tradizionali: ad ogni club sportivo viene chiesto di mostrare un poster e firmare una dichiarazione contro l’omofobia. L’Associazione Calcio (FA) ospiterà stasera un dibattito presso la sede principale della FA, a Soho, Londra, con una commissione rappresentata da diversi attivisti a favore dei diritti degli omosessuali.

Gli incontri di qualificazione di ieri per i Mondiali FIFA tra la Repubblica d’Irlanda e Cipro a Dublino e Austria vs. Serbia a Vienna hanno già segnato l’inizio della più grande campagna contro il razzismo nello sport europeo.

Note
Per la Lista delle Attività Europee cliccate su here

La versione elettronica del poster della Settimana d’Azione può essere scaricato come pdf qui

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattare:
Danny Lynch, Kick it Out (Londra), Tel. ++44 20 7684 4884, [email protected]
Kurt Wachter, FARE coordination office c/o FairPlay-vidc (Vienna), Tel. ++43 1 713 35 94-90; [email protected]
Per l’Italia: Daniela Conti, UISP (Roma), Tel ++39 06 43984313, [email protected]
Per la Francia: Fanny Lucien, LICRA Sport (Parigi), Tel. ++33 1 45 080808, [email protected]