Il Calcio europeo unito all’avvio della 10° edizione della Settimana d’Azione14 ottobre 2009

La più grande campagna europea contro il razzismo inizierà domani (15 ottobre). Nelle prossime due settimane la comunità calcistica europea si schiererà unita contro la discriminazione e celebrerà la diversità delle culture nel calcio.

La 10° Settimana d’Azione FARE (15 – 27 ottobre), organizzata dalla rete Calcio Contro il Razzismo in Europa (FARE) e sostenuta dalla UEFA, presenta 1000 iniziative di attivisti, tifosi, club, associazioni nazionali, gruppi di minoranze etniche e gruppi giovanili in Europa. Lanciata nella stagione 2001/2002 con iniziative in 9 paesi, la 10° edizione della Settimana d’Azione annuale FARE vedrà la partecipazione di 40 diversi paesi.

Il Focus sulla Discriminazione
L’omofobia ed il sessismo rimangono elementi dello “sport più bello del mondo”, ma le soluzioni per affrontare tali problemi sono spesso ignorate.Per questo la rete FARE invita a schierarsi contro l’omofobia negli stadi. La partita di qualificazione di stasera della FIFA World Cup tra Germania e Finlandia ad Amburgo si svolgerà all’insegna del motto ”Contro l’Omofobia nel calcio”. Per segnare la Settimana d’Azione FARE, l’Associazione calcistica tedesca (DFB) assieme ai partner FARE EGLSF e BAFF distribuirà 80.000 volantini negli stadi tedeschi per promuovere la tolleranza nei confronti di gay e lesbiche.

I tifosi dello Schalke 04 e Düsseldorf hanno presentato proiezioni di film e discussioni per affrontare gli stereotipi dell’omofobia nel calcio. Il gruppo di tifosi spagnolo City Boys Murcia ha organizzato assieme a gruppi per i diritti di gay & lesbiche un concerto e uno striscione contro la discriminazione in occasione della partita Murcia – Roquetas.

Il ruolo guida dell’Irlanda
L’Associazione Calcistica irlandese darà il via al suo impegno a sostegno della Settimana FARE in occasione del calcio d’inizio di questa sera alla partita di qualificazione per i Mondiali di Irlanda v Montenegro. Durante l’intervallo una presentazione dei bambini mostrerà e celebrerà la diversità in Irlanda. I membri FARE Sports Against Racism in Irlanda e Balkan Alpe Adria Project hanno organizzato un’amichevole per i tifosi questo pomeriggio a Dublino. Sono previste più di 140 iniziative mirate a sensibilizzare le persone utilizzando la funzione catalizzatrice del calcio.

Le Divisioni e i Calciatori
Nel 2008 quattordici divisioni nazionali hanno partecipato alla Settimana d’Azione. In questa stagione assisteremo alla partecipazione di top-league come la Premier League inglese, la Super League in Grecia o la Allsvenskan svedese, oltre alle serie A di Scozia, Austria, Svizzera, Norvegia, Galles, Irlanda, Slovacchia e Slovenia.

In Austria, in tutte le partite della Bundesliga e della prima divisione si terranno giornate contro il razzismo all’insegna del motto “Sono contro il razzismo “. Prima del calcio d’inizio tre calciatori di ciascuna squadra lasceranno dichiarazioni dal campo. Il partner FARE FairPlay. Different Colours. One Game fornirà alle squadre striscioni, magliette per i bambini che accompagneranno le squadre e cartellini bianchi e neri per i calciatori e gli arbitri.

In Inghilterra e Galles tutti i 92 club professionali partecipano al One Game, One Community Weeks of Action (Settimana d’Azione, Un Unico Sport, Un’Unica Comunità) assieme a centinaia di eventi organizzati da club e comunità.

Il sostegno della UEFA
La Settimana d’Azione sta diffondendo il messaggio a milioni di persone grazie al potere del calcio: per la prima volta la UEFA coinvolge nelle iniziative FARE tutte le 48 squadre della UEFA Europa League (22 ottobre) oltre alla UEFA Champions League (20 & 21 ottobre). Durante la terza giornata, un milione di tifosi parteciperanno direttamente con un messaggio in 40 stadi.

La partecipazione delle tifoserie
Sin dall’inaugurazione della rete FARE nel 1999, i tifosi sono stati in prima linea nella lotta al razzismo. Nella Lega spagnola A, il fan club di Siviglia club Gate 22 organizzerà una coreografia contro il razzismo alla partita Sevilla FC – RCD Espanyol. L’associazione dei tifosi Señales de Humo mostrerà uno striscione durante la partita Atletico de Madrid – Real Madrid il 19 ottobre e organizzerà amichevoli con gruppi di minoranze etniche.

In Danimarca, il gruppo di tifosi Rude Lions del FC Copenhagen sta preparando un grande striscione con la scritta “Tutti i colori sono bellissimi”, e mostra bandiere e piccoli striscioni contro il sessismo e l’omofobia. Alla partita dell’Europa League del FC Copenhagen contro PSV Eindhoven i tifosi creeranno una coreografia dei tifosi contro la discriminazione. Altre importanti attività dei tifosi avranno luogo in Italia, Germania, Croazia, Turchia, Israele, Russia, Slovacchia e nei paesi che ospiteranno EURO 2012, Polonia e Ucraina.

Minoranze Etniche
Un aspetto incoraggiante delle attività è il maggior coinvolgimento di gruppi di minoranze come i Rom in parti dell’Europa orientale.

In Albania il club di Shkodra organizza un mini-torneo calcistico con squadre i cui partecipanti appartengono alla minoranza Rom, staff dei media e amministratori del governo locale. Durante la finale sarà lanciata una dichiarazione contro la discriminazione che chiederà di migliorare le condizioni dei Rom nonché maggiori opportunità per ragazze e donne.

Nella vicina Macedonia il Forum della Gioventù -Bitola inviterà 200 bambini Rom e da altri gruppi di minoranze alla prima partita della serie A tra FC Pelister e FC Pobeda. Sia i bambini che i calciatori di entrambe le squadre indosseranno magliette con un messaggio contro il razzismo. Al calcio d’inizio verrà mostrato uno striscione.

Daniela Conti,dell’organizzazione UISP, membro italiano FARE, ha commentato,
La storia di successo della Settimana d’Azione FARE ogni ottobre è rappresentata dalla mobilitazione e dal coinvolgimento attivo di centinaia di iniziative portate avanti da volontari a tutti i livelli in uno sforzo congiunto.
FARE offre a tifosi, minoranze etniche e gruppi di immigrati, squadre amatoriali e ONG in tutto il continente un’opportunità unica a riunirsi per celebrare la forza del calcio. La continua attività di così tanti gruppi nella lotta alla discriminazione ogni gioni diventa sempre più visibile.

Puoi scaricare il poster FARE come pdf here

La lista delle attività durante la Settimana d’Azione FARE viene aggiornata costantemente here