I tifosi si uniscono contro il razzismo07 febbraio 2004

I membri della rete FARE si sono incontrati lo scorso fine settimana per una conferenza presso lo stadio dello Schalke a Gelsenkirchen, in Germania. Il club FC Schalke 04 ha ospitato la riunione di 70 gruppi tra tifoserie, iniziative antirazzismo e organizzazioni delle minoranze etniche provenienti da 19 paesi in tutta Europa.

La conferenza era parte ufficiale del programma per il centennale della squadra Schalke. Il club vanta una fiera storia di collaborazione con i migranti e soprattutto con la comunità polacca, che ha svolto un ruolo fondamentale proprio agli albori del club della Renania-Vestfalia settentrionale.

In occasione di una conferenza stampa congiunta con Schalke, FARE ha svelato i suoi piani nella lotta contro il razzismo e nelle attività delle tifoserie in vista di EURO 2004. Michael Fanizadeh, membro della rete, ha dichiarato che FARE organizzerà agli Europei del Portogallo cosiddette “Ambasciate dei tifosi” insieme a “Football Supporters International” (FSI) per i tifosi di 10 paesi. Per la prima volta in assoluto, la UEFA contribuirà al progetto con 600.000 Franchi Svizzeri ceduti a FARE a titolo di donazione.

Il principio alla base del concetto consiste nel permettere ai tifosi di collaborare con i loro simili. Sono i tifosi, scelti dalle tifoserie, a dare informazioni ai tifosi in visita e ad aiutarli a gestire ogni tipo di situazione critica che si potrebbe verificare. Lo scopo delle “Ambasciate dei tifosi”, sperimentate per la prima volta negli Europei 96 in Inghilterra, è quello di prevenire la violenza agendo quale fonte di informazioni e aiuto per tutti i tifosi.

Sulla base dell’esperienza raccolta nei maggiori tornei di calcio europei negli ultimi otto anni, FSI e FARE confidano nel fatto che l’azione avrà un notevole impatto positivo sul comportamento delle tifoserie agli Europei.

Prima di giugno saranno addestrati in Portogallo dieci gruppi di “ambasciatori”, provenienti da: Germania, Inghilterra, Olanda, Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Danimarca, Svezia e Portogallo.

Alla conferenza stampa di venerdì, alla quale hanno partecipato il direttore sportivo dello Schalke Rudi Assauer e l’allenatore Jupp Heynckes, il club ha annunciato che la partita di Bundesliga con il 1860 München di sabato sarà accompagnata da azioni contro il razzismo, come per esempio un messaggio antirazzista ai 60.000 tifosi nell’Arena AufSchalke dal presidente del club Gerhard Rehberg, la mostra di un film antirazzista, una coreografia FARE e un enorme striscione della tifoseria dello Schalke, gli organizzaori locali della conferenza.