Concorso FARE per consulente per lo sviluppo della rete26 gennaio 2009

FARE, la rete europea contro il razzismo, ha lanciato un concorso aperto per un consulente esterno che possa contribuire allo sviluppo futuro della rete.

Requisiti necessari: competenze, intuito e passione

Se dimostrate di avere competenze, intuito e passione da vendere, FARE vi offre la soddisfazione di sapere che lascerete il segno nel far sì che il calcio entri in campo nella lotta alla discriminazione e nella promozione dell’uguaglianza.

Questa opportunità di lavorare fianco a fianco con tifosi di calcio, ONG europee e persone coinvolte nel calcio europeo viene offerta perché la rete desidera assicurarsi di rispondere alle esigenze di tutti coloro che si occupano di calcio, di essere organizzata in modo da rispondere agli impegni di finanziamenti e di identificare nuove aree di attività.

Piara Powar, Dirigente di “Kick It Out”, membro inglese di FARE ha affermato: “In generale, le attività FARE a livello nazionale ed internazionale, il fare lobbying su chi prende le decisioni e sui governi internazionali significa che siamo famosi in tutto il continente.

Concorso europeo e programma di uguaglianza

“Siamo alla ricerca di un consulente esperto che ci aiuti a fare passi avanti. L’interesse per il calcio è utile ma forse ancora più importante sarebbe l’interesse per i temi odierni, i dibattiti sui programmi relativi all’uguaglianza in Europa e su come possono essere ricondotti al calcio.

“Il ruolo implicherà un lavoro di 25 giorni che include trasferte per incontrare i diversi partner importanti. Si tratta di un lavoro difficile ma pieno di soddisfazioni che sarete in grado di constatare.”

I dettagli completi del concorso possono essere scaricati qui sotto. Scadenza 13 febbraio 2009.