Partito neonazista ucraino organizza dimostrazione calcistica16 gennaio 2007

Il partito neonazista ucraino UNTP (Ukrainian National Labour Party), ha preannunciato per domenica 21 gennaio una manifestazione a Kiev sotto il motto “Difendete il nostro calcio”. Programma una marcia sull’aera del campo sportivo della Dinamo Kiev. Tra gli organizzatori ci sono anche diversi gruppi di hooligan ucraini.

In un evidente tentativo di aumentare la loro influenza all’interno della tifoseria e di coinvolgere più giovani nelle loro attività razziste, l’UNTP programma una dimostrazione contro i “Doppiopetto” della FFU (Federazione calcistica ucraina) e della PFL (Lega ucraina).

Nell’invito alla dimostrazione ci sono sia obiettivi graditi anche ai normali tifosi di calcio come la “Distribuzione leale delle partite internazionali nel Paese” sia rivendicazioni di estrema destra come il “Divieto della naturalizzazione di giocatori non ucraini”, che rispecchiano la linea del partito.

La cronaca nella stampa locale finora è positiva e nessuno sembra essere infastidito dal fatto che tra gli organizzatori della dimostrazione, con l’UNTP ci sia un partito palesemente neonazista.

L’organizzazione‘Ultrà ucraini contro il razzismo’ invita i tifosi a non partecipare alla dimostrazione. Un portavoce del gruppo ha detto: E’ scandaloso che un gruppo neonazista cerchi di fare politica con i problemi delle tifoserie. Confidiamo nella solidarietà dei tifosi antirazzisti di tutta Europa e in una presa di posizione ufficiale della UEFA e della Federazione del calcio ucraina, nella quale condannano questa dimostrazione