La lotta al razzismo in primo piano alla Champions League24 ottobre 2007

Il principale torneo UEFA, la Champions League, offre una piattaforma alla Settimana d’Azione promossa dalla rete Calcio contro il Razzismo in Europa (FARE).

Le più importanti stelle del calcio europeo contribuiranno a diffondere il messaggio contro il razzismo e la discriminazione nel calcio europeo. Tutte le 32 squadre che prendono parte alla UEFA Champions League mostreranno il loro no al razzismo come parte del contributo della UEFA alla Settimana d’Azione FARE.

Durante la 3° giornata di partite (23 & 24 Ottobre) verranno fatti annunci al pubblico attraverso gli altoparlanti; i capitani indosseranno fascette con la scritta Uniti Contro il Razzismo; i logo Uniti Contro il Razzismo compariranno sugli schermi dello stadio; ed i bambini che accompagnano i giocatori in campo indosseranno t-shirt con la scritta Uniti Contro il Razzismo a tutte le16 partite. Inoltre, i club distribuiranno i poster della Settimana d’Azione FARE, che saranno disponibili in tutti gli stadi. Queste ed altre attività diffonderanno il messaggio che tutti coloro che sono coinvolti nel calcio, calciatori, tifoserie, arbitri, allenatori, enti governativi e media devono prendere posizione contro il razzismo ed unirsi alla lotta.

Champions League sostiene la Settimana d’Azione dal 2004

Quest’anno è la quarta volta consecutiva che la UEFA Champions League sostiene la Settimana d’Azione contro il Razzismo e la Discriminazione nel calcio europeo. A partire dall’edizione inaugurale nella stagione 2004/05 più di 1,7 milioni di fan hanno assistito ad attività contro il razzismo all’interno degli stadi. L’annuncio agli altoparlanti di quest’anno è stato tradotto in 13 diverse lingue e si rivolge alle tifoserie perché sia rispettata la diversità nel calcio:
Tutti noi condividiamo l’amore per il calcio ed il desiderio di fare degli stadi dei luoghi accoglienti per tutti i fan, senza badare al colore della loro pelle, all’origine etnica o religione. Se amate il calcio, siete contro il razzismo, la discriminazione e la violenza. Vi invitiamo ad unirvi alla UEFA nel sostegno a questa iniziativa.

L’Europa è Unita

La Settimana d’Azione FARE è iniziata il 17 Ottobre con una serie di azioni simboliche contro il razzismo in occasione di una serie di incontri di qualificazione di UEFA EURO 2008 e amichevoli internazionali: fra questi Turchia – Grecia, Ucraina – Isole Faroe, Malta – Moldavia, Repubblica di Irlanda – Cipro, Bosnia & Erzegovina – Norvegia, Paesi Bassi – Slovenia, Belgio – Armenia, Germania – Repubblica Ceca, Polonia – Ungheria e Austria – Costa d’Avorio. Fino al 30 Ottobre più di un migliaio di attività ed iniziative condotte da ONG, gruppi di tifoserie, club, associazioni nazionali, minoranze etniche, giocatori; confederazioni, gruppi giovanili e scuole si terranno in
38 paesi europei.

In aggiunta alla Champions League europea, 13 leghe professionali nazionali in tutta Europa stanno partecipando attivamente alla campagna FARE. Tra queste Germania, Inghilterra, Grecia, Serbia, Ucraina, Portogallo e per la prima volta Svezia e Svizzera.