Il calcio contro il razzismo ai Mondiali di Calcio FIFA 2006 ™ – l’alleanza tra FIFA, LOC e FARE09 giugno 2006

Il nuovo sistema delle “Ambasciate dei Tifosi” in tutte le città ospiti

Quando, oggi a Monaco, si apriranno i Mondiali di Calcio FIFA 2006 ™, lo slogan dell’evento “Un momento per fare amicizia” dominerà il gioco dentro e fuori gli stadi.
Prima di ognuna delle 64 partite sarà disposto nel disco del centrocampo, fino al termine del protocollo preliminare ufficiale, uno striscione con lo slogan dei Mondiali “A time to make friends” (Un momento per fare amicizia) unito al messaggio antirazzista “Say no to racism” (Dì no al razzismo). Inoltre brevi spot contro il razzismo saranno trasmessi in tutti gli stadi ospitanti i Mondiali di Calcio FIFA ™. Tutte le emittenti aventi diritti televisivi potranno integrare nei loro programmi collegati all’evento minispot gratuiti di 5 secondi. La FIFA dedicherà infine tutte le partite dei quarti di finale, che si giocheranno i prossimi 30 giugno e 1 luglio, ad una manifestazione speciale nei campi, con la quale si intende dare alle squadre la possibilità di far sentire la loro voce contro questo grave problema della società in un messaggio trasmesso in tutto il mondo.
La solidarietà, l’amicizia, la celebrazione di questo sport e la passione per esso: questi vogliono essere i simboli della diciottesima edizione dei Mondiali di Calcio FIFA ™ in Germania. Di recente, alcuni deplorevoli incidenti di matrice razzista hanno evidenziato la necessità di decise azioni concrete contro tali vergognose dimostrazioni di razzismo nel calcio. I Mondiali di Calcio FIFA ™, seguiti da oltre 30 miliardi di spettatori in tutto il mondo, sono il palcoscenico ideale per mandare un netto rifiuto di ogni forma di discriminazione e per contribuire alla prevenzione di incidenti di questo tipo durante il torneo. Quest’anno la rete “Football Against Racism in Europe” (FARE), la FIFA e il Comitato Organizzativo Locale (LOC) hanno unito le loro forze in un’iniziativa senza precedenti dal nome “Il calcio unisce”, rivolta a gente di ogni colore, religione, nazionalità e colore, il cui scopo è quello di favorire l’atmosfera positiva durante i Mondiali FIFA 2006 ™. Questa alleanza è stata presentata all’odierna conferenza stampa di FIFA/LOC tenutasi presso l’Olympiastadion di Berlino.
Per la prima volta in assoluto, nell’edizione di quest’anno saranno organizzate varie attività anche fuori dai 12 stadi. “La FIFA dà un enorme rilievo al rispetto delle origini etniche. Quale sport più popolare in assoluto, il calcio ha le migliori potenzialità per vincere la lotta contro il razzismo, dimostrando al grande pubblico che il colore della pelle non ha alcuna importanza nella nostra routine quotidiana, la nostra vita e il nostro sport. La FIFA si impegna al 100% per sradicare tendenze insidiose nella società e nel calcio. Siamo convinti che la nostra alleanza con FARE e i LOC sarà un’ulteriore pietra miliare nella nostra lotta a tali attività vergognose” ha dichiarato il presidente FIFA Joseph S. Blatter. “La collaborazione tra FARE, FIFA e il LOC apre nuovi orizzonti. Osserviamo con attenzione possibili focolai di incidenti razzisti, pur ritenendo assolutamente appropriate le misure prese dalle autorità tedesche e dal LOC” ha spiegato Piara Powar, direttore del partner britannico di FARE “Kick It Out”.
“Chiunque vuole accogliere i suoi ospiti come amici ha il dovere e la responsabilità di garantire che il loro sia un soggiorno sicuro e piacevole. L’ospitalità, la tolleranza e il reciproco rispetto devono avere la massima priorità e non essere solo vuote promesse. Un’atmosfera ospitabile offre l’ambiente migliore per giocare partite pacifiche. Con le Ambasciate dei Tifosi abbiamo istituito dei punti d’incontro centrali” ha dichiarato Horst R. Schmidt, vicepresidente del Comitato Organizzativo. Per la prima volta nella storia dei Mondiali FIFA ™ sono state aperte in tutte e 12 le città ospitanti delle “Ambasciate dei Tifosi” sotto l’egida del LOC e in collaborazione con il Centro di Coordinamento del Progetto Tifosi Tedesco (KOS). Qui viene offerta ai tifosi di tutto il mondo la possibilità di incontrare giovani tedeschi e migranti residenti in Germania, aumentando così la consapevolezza generale delle loro sfide e promuovendo l’integrazione sociale di migranti e minoranze etniche. Steward e volontari sono stati istruiti insieme da LOC e KOS per meglio identificare e gestire problemi connessi al razzismo, all’estremismo di estrema destra e alla discriminazione. FARE produrrà e distribuirà infine una fanzine contro il razzismo in inglese e tedesco, contenente dichiarazioni dei calciatori e informazioni sul razzismo nel calcio.
I tifosi potranno trovare informazioni utili sulla guida per i tifosi sul sito internet ufficiale http://fifaworldcup.yahoo.com/06/en/d/fanguide2006/index.html. Anche presso tutte le Ambasciate saranno disponibili, nelle lingue inglese e tedesca, le guide ai tifosi con utili informazioni su allenamenti, squadre e altre attività. Come contorno alle partite dei Mondiali di Calcio FIFA ™ FARE organizzerà inoltre incontri di streetkick al margine del programma interculturale delle 12 “feste dei tifosi” che si terranno nelle città ospite.
Per ulteriori informazioni contattare:
FIFA Media Department – tel.:+41-43/222 7272, fax: +41-43/222 7373, E-mail: media@fifa.org
FIFA COMMUNICATIONS DIVISION / Berlino, 9 giugno 2006 / 2006-00x-FWC06-FARE-E.doc