“Gli omosessuali sono banditi dalla nazionale croata” afferma il Presidente FA09 novembre 2010

La Federazione Europea Sportiva Gay e Lesbica (EGLSF) ha condannato oggi i commenti di Vlatko Markovic , Presidente della Federazione Calcistica Croata in un’intervista con il quotidiano croato Vecernji List.
Markovic ha sottolineato che non c’è posto per i calciatori gay nella nazionale affermando Mentre sono presidente della Federazione Calcistica croata non ci saranno omosessuali nella nazionale,
Pepe Garcia Vazquez, Co-presidente dell’EGLSF, un’organizzazione che rappresenta più di 17,000 atleti lesbiche gay bisessuali e trans (LGBT) in tutta Europa ha affermato:
Siamo inorriditi dall’affermazione di Markovic che non solo è altamente offensiva ma è anche chiaramente contraria alla legislazione croata contro la discriminazione. Questi tipi di commenti non solo hanno un effetto negativo sui singoli giocatori ma possono colpire anche il gioco. Ci aspettiamo delle scuse dalla FA croata e chiederemo alla UEFA, attraverso la nostra rappresentazione con la Rete FARE di contestare Markovic.