Secondo Weekend di Azione con la guida dei tifosi22 ottobre 2010

Il secondo weekend delle Settimane di Azione FARE 2010 inizia oggi con attività a livello nazionale che includeranno centinaia di eventi, tornei e forum di discussione guidati da gruppi di tifosi e organizzazioni di comunità.

Le attività sono in corso per raggiungere un obiettivo di circa 1500 eventi nel periodo di dieci giorni con molti nuovi gruppi partecipanti. L’azione a livello di comunità sarà anche accompagnata da attività in molti campionati professionali europei.

Rafal Pankowski, dell’ Associazione Never Again, e coordinatore del Progetto di Sviluppo per l’Europa Orientale di FARE ha messo nel contesto la gamma di attività.
La rete FARE è chiara relativamente a quello che possiamo raggiungere utilizzando il calcio per un positivo sviluppo sociale. Le Settimane di Azione di quest’anno hanno mostrato ciò che può essere raggiunto con un’azione combinata.
Mentre ci avviciniamo agli Europei in Polonia e in Ucraina in meno di due anni, il numero e la gamma di messaggi contro la discriminazione nell’Europa centrale e orientale è incoraggiante. Abbiamo ancora molte questioni da superare ma il messaggio è chiaro: il rifiuto dell’intolleranza e della discriminazione e la promozione di valori che includono.

Una galleria di foto delle attività può essere consultata qui.

Highlights delle attività tra le centinaia che si tengono nei prossimi giorni includono:

Croazia – I White Angels fan club di NK Zagreb terrà un dibattito pubblico stasera in collaborazione con il Centro per gli Studi sulla Pace sul tema responsabilità dei fan nella promozione dell’attivismo dei tifosi nella lotta contro la discriminazione ed il razzismo.
I White Angels hanno una forte etica non discriminatoria e lo scorso weekend hanno impedito che venissero organizzate attività dal managment del club alla partita a casa contro il NK Karlovac.

Il segretario dei White Angels Bojan Branisavljevic ha affermato:
Come gruppo di sostenitori siamo colpiti dalle scuse della gestione del nostro club e riteniamo necessario che vengano prese delle iniziative relative a questa decisione.
Abbiamo fatto conoscere il nostro messaggio con altri mezzi, distribuendo volantini e mostrando lo striscione che il club ha rifiutato di sostenere la nostra posizione ma lo shock, l’incredulità e la delusione rimangono.

Finlandia – L’associazione sportiva e culturale sta organizzando un’amichevole tra il team Respect di Liikkukaa e il team giovanile internazionale per sensibilizzare sul tema del razzismo nel calcio ad Helsinki. Il team Respect è composto da giovani calciatori nati in Finlandia e africani.

e il suo fan club stanno organizzando un evento nella hall del calcio Myllypuro che includerà un’amichevole tra i calciatori dell’accademia di Atlantis FC e immigrati. Molti tifosi di Atlantis FC sono immigrati o membri di alcune minoranze etniche e organizzeranno un torneo calcistico ad Helsinki.

Germania – “La lotta contro l’omofobia nel calcio – che cosa deve succedere?” sarà il tema di un dibattito organizzato dal network Alerta a Düsseldorf.
Si terrà la visione del film “11 Men Out”, seguita da un dibattito con un calciatore ed un membro dell’amministrazione del club di Fortuna Dusseldorf, ed un rappresentante del primo fanclub gay di Fortuna, ‘Warm Up 95’.

Israele – Si terrà oggi un torneo in memoria delle vittime del ghetto nazista di Theresienstadt nell’ex Repubblica Ceca. I partecipanti internazionali della Maccabi World Union prenderanno i nomi delle squadre che esistevano nel Ghetto. La giornata includerà una visita alla mostra LIGA TEREZIN che racconta la storia delle partite di calcio organizzate nel campo.

MontenegroForum MNE organizzerà un incontro di calcetto tra giovani Rom e calciatori di Kom Podgorica. Oltre alla partita sarà presentata una mostra di dipinti di giovani Rom per presentare al pubblico le idee, la creatività e le capacità dei gruppi giovanili e la ricca diversità di Montenegro.

Paesi Bassi – Prima della partita tra PSV Eindhoven e Feyenoord, i giocatori di PSV si riscalderanno indossando magliette con scritte contro il razzismo. I bambini si schiereranno con loro indossando la stessa maglietta. Ci sarà anche una dichiarazione dei capitani sui video e durante il programma della partita.

RussiaZenit FC di San Pietroburgo ha promosso attività istruttive con i bambini tutta la settimana, incluso un concorso di disegno, un’attività ‘il Calcio unisce le persone’ e visioni di film. Tutto ciò continuerà anche la prossima settimana.
Si sono tenute sessioni di domande e risposte con calciatori dai centrocampisti Basel Abdulfattakh e Roland Gigolaev, e per i ragazzi sarà possibile assistere all’allenamento della squadra.

Ucrainai sostenitori del Kiev di FC Arsenalmostreranno la propria partecipazione nel movimento ultrà antifascista che può unire i tifosi delle squadre di premier-league ucraine. Mostreranno il loro slogan “Ama il Calcio, Odia il Razzismo” in ucraino durante l’incontro con il FC “Dnipro” (Dnipropetrovsk) a Kyiv. Anche le sciarpe riprodurranno lo stesso slogan e tra i tifosi di “Arsenal” e “Dnipro”.

fare clic qui per la lista FARE delle attività della Settimana d’Azione

Scarica il poster della Settimana d’Azione 2010 (pdf).