Lo sport sociale sbarca a Nairobi: la Uisp al Social Forum.15 gennaio 2007

Ci sarà anche lo sport sociale al Forum Sociale Mondiale di Nairobi, dal 20 al 25 gennaio, con due workshop e una corsa di 14 chilometri che sarà inserita nel programma ufficiale di chiusura lavori.La presentazione degli eventi si svolgerà a Roma il 17 gennaio presso la sede della Fsni nell'ambito della conferenza stampa della delegazione italiana al Forum sociale di Nairobi.
E' previsto l'intervento di Filippo Fossati,presidente Uisp.
“In questo modo vogliamo affermare il valore sociale dello sport e la missione dell'Uisp in occasione di un grande appuntamento internazionale nel quale la società civile organizzata proveniente da tutto il mondo si interrogherà sulle strategie per combattere i grandi mali del nostro tempo, dalla miseria alla fame – spiega Carlo Balestri, responsabile relazioni internazionali Uisp – vogliamo anche cercare di riposizionare l'Uisp a livello internazionale, come organizzazione sportiva che fa dello sport un veicolo di socializzazione, di intervento sociale, di affermazione dei diritti, per abbattere barriere di ogni tipo. E per presentare lo sport dei diritti non c'è luogo migliore del Forum Sociale Mondiale. La nostra collaborazione con Libera si sostanzia proprio su questo terreno: diritti, legalità, giustizia sociale”.
“L'Uisp andrà a Nairobi anche per imparare, per capire, per contaminarsi con altre esperienze che potranno essere utili sia a livello nazionale, sia nelle relazioni con la rete internazionale delle associazioni sportive – conclude Balestri – Ringraziamo tutte le istituzioni e gli Enti locali che ci hanno accordato il loro sostegno per questa missione a Nairobi”.

“La maratona tra gli slum per i diritti di base”, questo è lo slogan della corsa organizzata da Uisp e Libera, che si terrà a Nairobi il 25 gennaio 2007. Una 14 chilometri che attraverserà i vari “slum” della capitale del Kenya.
L’organizzazione sul percorso verrà curata da 400 volontari della SSS – St. John Sports Society Korogocho, la società sportiva creata da padre Moschetti per aggregare i ragazzi di strada, dare loro dignità e speranza attraverso l’atletica, il calcio, la boxe, il basket, il gioco. La corsa verrà ripresa da una troupe inviata da Raisport.
Parteciperanno anche campioni africani, tra i quali Paul Tergat (primatista mondiale della Maratona), Catherine Ndereba, Tekle Loroupe.

Nell’ambito dei lavori del Social Forum, inoltre, l'Uisp e Libera, organizzeranno due workshop che porteranno alla luce varie sfaccettature dello sport e le relative implicazioni sociali. Il primo si terrà il 22 gennaio con il titolo “Lo sport per la pace: Giocare contro la guerra”, il secondo si terrà il 23 gennaio con il titolo “Campioni di libertà o schiavi del millennio”.

(Ufficio Stampa Uisp)