Dichiarazione di FARE a seguito delle sanzioni contro i Rangers FC15 aprile 2011

La UEFA ha aperto una procedura disciplinare contro i Rangers FC a seguito delle accuse di canti faziosi durante entrambi gli incontri delle partite di Europa League dello scorso mese contro PSV Eindhoven.

Piara Powar, Dirigente Esecutivo della rete FARE ha commentato oggi:

“Posso confermare che FARE ha presentato le relazioni di osservatori indipendenti alla UEFA a seguito di ciascuna delle due partite di Europa League dei Rangers contro l’Eindhoven.

“Le relazioni fanno parte di un programma di monitoraggio in corso dei partner della rete, in questo caso spinto dalle preoccupazioni di canti faziosi a precedenti incontri dei Rangers in Europa durante questa stagione.

“C’è un dibattito in alcuni luoghi relativo alla qualificazione dell’osservatore FARE alle partite. Posso confermare che qesto non ha affiliazioni politiche, religiose o calcistiche che metterebbero in discussione la loro abilità di agire come osservatore neutrale. L’osservatore è anche pienamente qualificato a comprendere e interpretare il comportamento dei tifosi alle due partite.

“Ci sono suggerimenti espliciti dei Rangers FC di “una deliberata e mirata campagna contro il club”. La rete FARE si concentra solo sulla nostra missione chiave di affrontare la discriminazione nel calcio ed incoraggiare l’inclusione sociale nel calcio. Non si tratta di una campagna contro nessun club.

”Non siamo in grado di fare altre dichiarazioni su questa questione finché il caso non sarà stato ascoltato da una commissione UEFA più tardi questo mese.”