Polisportiva Ucraina femminile si alza in piedi contro l'omofobia09 agosto 2012

EURO 2012 in Polonia e Ucraina ha portato alla luce la questione raramente discussa dell'omofobia. A Kiev, nel maggio 2012, una manifestazione Pride ha dovuto essere abbandonata a causa di attacchi contro membri della comunità LGBT e opere d'arte sono state distrutte a seguito di un raid contro una mostra fotografica LGBT nella capitale ucraina al Centro di Ricerca per Cultura Visuale. Entrambi questi incidenti, che gli attivisti LGBT credono essere solo la punta del iceberg, sono dimostrativi dei problemi incontrati da gay e lesbiche in Ucraina.

FARE ha parlato con Oliynik Alla, del NRG Women's Sports Club, una polisportiva femminile amatoriale in Ukraina.

La crescente domanda per sport LGBT
Alla Oliynik è una lesbica che vive in Ucraina, ed è co-fondatrice del club, nato a Kiev nel dicembre 2005. NRG è iniziata con una sola squadra di calcio ma da allora è diventato una polisportiva in risposta ad una aumentata richiesta nella comunità LGBT per altri sport, come pallavolo, basket, badminton e tennis tavola.

Fondare un gruppo LGBT in Ucraina è un passo coraggioso in un paese che ha minacciato di far passare una legge contro la 'propaganda omosessuale' che vieterebbe la pubblicazione o diffusione di informazioni sui problemi LGBT, con una possibile condanna in prigione fino a cinque anni.

In un paese con poche opportunità per le persone LGBT ad incontrarsi apertamente, NRG funziona sia come un rifugio, che come luogo d'incontro. Alla spiega, “Il club cerca di unire e sviluppare la comunità LGBT in Ucraina tramite lo sport, per combattere contro tutte le forme di discriminazione, per promuovere stili di vita sani, e per dare alle donne la possibilità di esprimersi nello sport, a prescindere dall'orientamento sessuale, colore della pelle, religione o capacità fisica. ”

Il club deve anche proteggere l'identità di quei membri che non sono aperti al resto della società, prendendosi cura di non pubblicare le immagini di quei giocatori sul loro sito web o su Facebook.

Alti livelli di omofobia nella società ucraina non permettono al NRG di agire come un club apertamente lesbica, quindi il gruppo deve astenersi dall'utilizzare riferimenti espliciti a qualsiasi affiliazione LGBT in versioni Russe / Ucraine del sito web e nelle loro pubblicazioni.

Alla aggiunge “Anche se non ci è permesso in Ucraina di dire apertamente che stiamo conducendo un club per lesbiche e organizzando un torneo di calcio per lesbiche, le persone e le squadre partecipanti sono molto consapevoli di che tipo di squadra siamo. La società ucraina ha paura delle persone LGBT perchésanno molto poco di chi siamo, e quindi cerchiamo di offrire loro una sorta di educazione attraverso il calcio, mostrando che siamo come loro. ”

A causa dei regolamenti duri e della mancanza di riconoscimento da parte delle autorità, NRG è costretto ad agire come un gruppo informale su base volontaria. Alla e i suoi colleghi credono che la loro domanda di registrazione del club sia stata respinta a causa della loro missione 'per combattere le discriminazioni fondate sull'orientamento sessuale, promuovoere la tolleranza nei confronti delle persone gay e lottare contro l'omofobia nella società'. Non essendo questo un club registrato, ciò può creare vari problemi con l'organizzazione di allenamenti, eventi, e il noleggio di impianti sportivi.

EURO 2012 ha aiutato a portare il problema dell'omofobia allo scoperto
Alla domanda su l'impatto che l'EURO 2012 ha avuto sui diritti LGBT nel suo paese, Alla, riconosce: “E 'stato un evento significativo per l'Ucraina. Esso ha creato un sacco di discussioni sui diritti umani nel paese con particolare attenzione verso i diritti delle persone gay e lesbiche. Non ci sono stati ancora immediati risultati positivi per l'NRG ma almeno ci ha aiutato con i media per rendere coscienti le persone dell'UE degli atteggiamenti omofobici in Ucraina, e per lavorare con organizzazioni come FARE per combattere insieme l'omofobia “.

Anche se il club è stato fondato da lesbiche, tutte le donne sono invitate a diventare membri della squadra che è composta da lesbiche, bisessuali e donne eterosessuali che giocano insieme. Alla sottolinea che, mentre si lotta per i diritti LGBT, è importante non deliberatamente separare se stessi dal resto della società, allargando il divario tra la società eterosessuale e la comunità LGBT.

Torneo Futsal femminile NRG a Kiev
NRG ospita il 6 ° Torneo Futsal Femminile “NRG raccoglie gli amici – 2012” a Kiev il 21 -23 settembre. Il torneo amichevole vedrà la partecipazione di dodici squadre provenienti da Ucraina, Germania, Polonia, Russia, Bielorussia e Repubblica Ceca. Per Alla è importante vedere “ragazze eterosessuali che giocano spalla a spalla con lesbiche nelle nostre squadre. Questo è il motivo per cui il torneo NRG non si limita esclusivamente a squadre di lesbiche. Tutti sono invitati a partecipare! “