La conferenza “Unite Against Racism” a Varsavia è iniziata con il forum ONG03 marzo 2009

Il forum ONG “Football Against Racism in Europe” (FARE – Calcio contro il Razzismo in Europa) ha visto oggi l’apertura della conferenza 'Unite Against Racism' presso l’Hilton Hotel di Varsavia, alla presenza di delegati da più di 35 paesi.

La rete, che attualmente celebra il suo 10° anniversario, ha presentato una panoramica generale degli eventi che hanno caratterizzato lo scorso decennio come il continuato successo dei Mondiali, l’aumentata partecipazione da parte delle nazioni europee e l’ulteriore allineamento con le istituzioni sportive europee. È stato possibile inoltre guardare al futuro alle campagne immediate ai Mondiali del 2010 in Sud Africa e agli Europei del 2012 in Polonia e Ucraina. Le attuali fonti di preoccupazione, ovvero omofobia e sessismo e sport sono state citate come sfide da affrontare immediatamente.

La sessione ha inoltre offerto l’opportunità di presentare la “European Gay and Lesbian Sports Federation” (EGLSF – Fondazione Europea Gay e Lesbiche) come partner chiave FARE e celebrare il lavoro svolto dalla sua creazione 20 anni fa. Il recente successo agli 'Eurogames' a Barcellona è stato presentato lo scorso anno. Ben 12 competizioni 'Eurogames' si sono svolte in sette paesi.

I membri FARE sono poi stati invitati a prendere la parola, presentando ciascuno un riepilogo della situazione nel rispettivo paese. Si è discusso di questioni come il conflitti armeno e in Azerbajan che influenzano i campionati in entrambi i paesi, così come il problema prevalente del neo-nazismo in Bielorussia, nonché l’entusiasmo generatosi nell’Europa orientale in vista di Euro 2012.